La risposta è: DIPENDE.

Non c’è infatti una risposta assoluta al quesito che prima o poi si presenta a chiunque almeno una volta nella vita.

Le variabili in gioco nella scelta sono diverse: lo spazio a disposizione, lo stile di vita, le abitudini, e le esigenze varie delle persone che abitano in casa.

In linea di massima chi preferisce la vasca, ritiene che farsi un bel bagno caldo, magari con qualche candela profumata ed un bel bicchiere di vino, sia il massimo del relax per staccare la spina, lontano da tutto e da tutti, e per tonificarsi e ripartire più carichi di prima.

Gli amanti della doccia ritengono invece che questa rappresenti un metodo più igienico per lavarsi, più rapido ed anche più ecologico-economico, dato il minor consumo di acqua.

Ma entrambe le soluzioni presentano tanti pro e contro, vediamo quali.

Vasca: pro e contro.

La vasca garantisce sicuramente un maggiore relax e comfort, e se addirittura si opta per una vasca idromassaggio, questa consente di godere di ulteriori benefici, come il massaggio jacuzzi per coccolare tutte le parti del corpo distendendo muscoli e nervi.

È possibile scegliere vasche di diversi materiali e di diversi modelli, rettangolari, rotonde, ovali o quadrangolari, adattabili ai diversi gusti, stili e strutture dei bagni.

Un tempo la vasca era relegata unicamente in bagno e aveva un unico scopo, oggi costituisce invece un vero e proprio oggetto di design che può arredare anche la camera da letto o il soggiorno.

Soluzioni del genere ovviamente richiedono molto spazio ed in alcuni casi una spesa non indifferente, ma per gli amanti del design e per chi vuole donare un tocco di unicità alla propria casa, costituiscono idee da valutare.

Di contro, una vasca da bagno occupa molto spazio, quindi è poco consigliabile in un bagno piccolo o particolarmente ristretto, soprattutto se riduce l’abitabilità e la vivibilità.

Dal punto di vista igienico, c’è chi ritiene che una vasca da bagno non consenta una pulizia accurata e approfondita di tutte le parti del corpo.

Farsi un bagno poi garantisce sì una notevole sensazione di benessere per il corpo e per la mente, ma richiede un consumo di acqua abbastanza consistente, che si traduce poi in una bolletta particolarmente alta.

Riempire una vasca per un bagno richiede diversi minuti, ed una volta dentro si tende a rimanerci per diverso tempo, quindi non risulta una scelta particolarmente indicata per chi ha uno stile di vita frenetico o comunque poco tempo a disposizione nell’arco della giornata.

La vasca è sicuramente una soluzione poco pratica per le persone anziane o comunque in generale per chi ha difficoltà motorie e quindi problemi a scavalcare ed immergersi.

Questo problema può però essere risolto con l’aggiunta di un sportellino laterale o frontale.

Doccia: pro e contro.

La doccia è sicuramente più pratica, poiché consente di lavarsi in breve tempo e garantendo una maggiore igiene personale. In media una doccia dura non più di 5 minuti, quindi rispetto alla vasca anche il consumo dell’acqua è notevolmente ridotto.

La doccia rappresenta poi sicuramente la soluzione migliore per persone anziane o con difficoltà motorie, ed applicando un semplice tappetino antiscivolo si riduce notevolmente anche il rischio di cadere, inciampare o scivolare.

La doccia occupa poi ovviamente meno spazio, sviluppandosi in altezza, risulta perciò ideale se si ha un bagno di piccole dimensioni.

Di contro, una doccia è meno confortevole rispetto ad una vasca, non è possibile stendersi e bisogna lavarsi in piedi.

C’è da dire che comunque negli ultimi anni lo stile delle docce si è sempre più evoluto verso soluzioni che le rendessero sempre più confortevoli, pur mantenendo tutti i suoi vantaggi legati alla praticità.

In definitiva non c’è una soluzione unica al quesito, quanto piuttosto una presa di posizione su cosa installare nel bagno, l’ambiente per eccellenza dedicato al relax e che negli ultimi anni si è ormai decisi a rendere oltre che funzionale anche bello coniugando delle soluzioni di design all’avanguardia.

Oggi la partita tra doccia e vasca si gioca quindi per lo più tutta sul gusto personale perché entrambe possono essere oltre che super accessoriate anche multifunzionali.

Contano quindi le esigenze personali, sono da non sottovalutare quelle costruttive ma si deve sempre partire da un’installazione precisa, che si parli di ristrutturazione di un bagno o di un arredo ex novo.